IMU e TARI, come mettersi in regola con il Comune

CHI SIAMO?
Siamo un'associazione senza scopo di lucro che si batte per i diritti dei Cittadini.
Abbiamo trovato uno strumento per aiutare la vostra impresa in tempi brevi: la rivalutazione della rendita catastale a norma di legge, che ha come conseguenza la rivalutazione, solitamente al ribasso, di IMU e TARI. Per il recupero del dovuto poi, FederecontribuentiFVG si avvale di due importanti partnership: CfC Advice, specializzata nella gestione dell’IMU e Soluzioni per Te, esperta in TARI.
 
PERCHE’?
Perché gli aggiornamenti recenti e le modifiche applicate alle normative che regolano i calcoli di IMU e TARI hanno causato e generano tuttora frequenti errori a cui FederecontribuentiFVG è in grado di porre rimedio. Non è infatti scontato che le aziende siano in grado di sapere se quanto hanno pagato corrisponda davvero a quanto dovuto, e paradossalmente neanche i Comuni.
FederecontribuentiFVG vi accompagna nell'iter di rivalutazione della corretta rendita catastale e quindi degli oneri da pagare.Nnel caso siano troppo alti, vi accompagnamo nella fase del recupero; mentre nel caso siano troppo bassi - evento più raro ma possibile -  vi aiutiamo a mettervi in regola per evitare pesanti multe.
Anche il Comune ha un vantaggio perchè i mette in regola con gli utenti senza dover spendere nulla. Evita in tal modo le sanzioni nazionali previste per i contenziosi nati dalla rivalsa dei Cittadini.
 
MA IL COMUNE SI ARRABBIA?
No! Sulla Gazzetta Ufficiale serie ordinaria del 16.2.2018 n. 39 è stato pubblicato il decreto ministeriale del MEF del 2.2. 2018 che autorizza il versamento dei conguagli ai Comuni per il minor gettito dell'IMU a seguito della revisione delle rendite catastali ai sensi dell'art. 1 comma 21 e segg della legge 208/2015, è un dato interessante.
I comuni sono quindi consci del lora mancato adeguamento alle normative Europee. Stiamo di fatto aiutando la Cosa Pubblica ad adempiere ai propri compiti.

COME CONTATTARCI?
Mandateci nella sezione "Chiedi un preventivo" la P.Iva e la ragione sociale; in pochi giorni vi invieremo la rendita catastale e la valutazione dell'Imu pagata e dell'IMU realmente dovuta.
Per la TARI invece ci serve una bolletta già pagata.
 

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • CIRCOLARE AG ENTRATE NR. 6/2012

  • CIRCOLARE AG ENTRATE NR. 2E/2016

  • LEGGE STABILITA’ 2016 ART 1 CMMI 20/24

  • sulla Gazzetta Ufficiale serie ordinaria del 16.2.2018 n. 39 è stato pubblicato il decreto ministeriale del MEF del 2.2. 2018 che autorizza il versamento dei conguagli ai Comuni per il minor gettito dell'IMU a seguito della revisione delle rendite catastali ai sensi dell'art. 1 comma 21 e segg della legge 208/2015,

 

COSA E’ CAMBIATO DOPO I RIFERIMENTI NORMATIVI

  • Gli immobili di categoria D hanno rendita catastale determinabile per mezzo di una stima diretta del valore della rendita

  • Si possono escludere dal valore della rendita gli impianti non integrati alla struttura immobiliare.

  • Prima le agenzie del territorio avevano una forza che oggi non hanno più perché non esiste più la valutazione per mezzo di una comparazione di valori di immobili diversi sullo stesso territorio.

 

NOSTRA ATTIVITA’ PROPEDEUTICA ALLA RIDETERMINA

  • Effettuiamo sopralluogo su immobili

  • Analizziamo i valori delle rendite in atti

  • Individuiamo il valore degli impianti non integrati

  • Individuiamo le misure esatte per tipologia di area

  • Prendiamo i riferimenti urbanistici dell’area di sedime

  • Analizziamo la storia degli immobili

  • Analizziamo il costo storico di costruzione

  • Valutiamo l’effettivo utilizzo degli spazi

  • Valutiamo vetustà ed obsolescenza

  • Analizziamo il mercato di riferimento

 

NOSTRA ATTIVITA’ DI RIDETERMINA RENDITE

  • Realizziamo perizia di stima, giurata ed asseverata, del valore della rendita che andiamo a proporre

  • La stima avviene con tre possibili metodi: 1) Costo di ricostruzione deprezzato 2) reddituale3) mercato. Nella fattispecie il metodo più idoneo è il primo

  • Estrapolazione valore impianti non integrati

  • Proposta rendita in variazione per mezzo di procedura docfa

 

DOCUMENTAZIONE CHE CHIEDIAMO

  • Ultimi docfa di variazione o docfa di accatastamento

  • Bilancio anno di conclusione costruzione ed eventuali contratti di appalto

  • Planimetrie catastali in dwg

  • Atti compravendita immobili e/o terreni


LIMITI SOPRA I QUALI LAVORIAMO
Per l'IMU, sopra i 50.000€/anno
Per la TARI, sopra i 3.000€/anno

UFFICIO COMMERCIALE:
Dr Antonio Miclavez – Mail: a.micla@libero.it - Cell. +39 348 9092808
TESORERIA:
Cav. d'Italia  Dott. Prof. TItta Gennari– Mail: gbgennari@libero.it - Cell. +39 328 3333898

2018 Miclavez Antonio Contattami

                                    

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now